24 Maggio 2015

24 Maggio 2015

image

24 Maggio 2015

imageimage

Nella splendida cornice di un tramonto in piazza Unità d’Italia a Trieste, il 24 Maggio, alla presenza del Ministro della Difesa, il Capo di Stato Maggiore  alla Difesa, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ed altre Autorità di spicco nello scenario della difesa di Stato, assieme alla Fanfara nazionale dell’Esercito ed altri grandi interpreti di livello internazionale, abbiamo apportato il nostro contributo presenziando alla cerimonia finale nell’ambito della iniziativa organizzata dal Ministero della Difesa intitolata “L’Esercito Marciava”, atta a commemorare i cent’anni dell’ingresso dell’Italia nel primo conflitto Mondiale.

La kermesse, magistralmente coordinata dl Prof. Broccoli, si è basata su un profilo prettamente a carattere umano, nel ricordo di chi ha vissuto in prima persona quell’evento ma in chiave estremamente sobria e spesso “romantica”, contemplando le virtù delle diverse zone della nostra patria.

Dovuto ed apprezzato spazio, è stato dato anche a realtà che provenivano da paesi che all’epoca dei fatti erano a noi contrapposti, avendo così goduto della presenza anche di Alti Ufficiali Austriaci e Sloveni. Nel finale, prima dell’Inno Nazionale, le Autorità sono intervenute una ad una sul palco, per apportare con i discorsi conclusivi, il senso di gratitudine nei confronti di chi ha sacrificato la vita per i nostri ideali, nell’auspicio che in futuro questo misfatto non debba riproporsi.

Fra le righe, si aggiunge: … quanto è di sprono carpire e condividere con le persone che per prime sono protagoniste in caso di guerra, l’importanza e la proverbiale saggezza che la pace infonde per lo sviluppo costruttivo dell’umanità!imageimageimageimage